Visitare la California

La California è lo Stato estivo per eccellenza degli Stati Uniti d’America. Centinaia di telefilm americani ce ne hanno cantato le lodi e impresso nella mente immagini di grandi onde, spiagge super attrezzate e con super bagnini e bagnine, grandi viali dominati da palme e case-villette, sconfinati frutteti e vigneti all’esterno dei centri abitati. Ebbene, non si tratta solo di uno spot per telefilm, ma la California è davvero così: ogni cosa è accesa di colori e profumi e chi la visiterà in estate non potrà mai dire di essersene pentito.

San Francisco Golden Bridge

Foto CC-BY-SA di Daniel Schwen

Anche se la capitale di questo Stato della costa sud del Pacifico statunitense è Sacramento, la città più grande e popolata è Los Angeles, che arriva a contare fino a tredici milioni di abitanti nel suo conglomerato urbano. La costa ha un clima e una vegetazione tipicamente mediterranea, l’interno invece è molto arido e presenta anche alcuni deserti tra cui la celebre Death Valley.

I voli intercontinentali che portano in California possono atterrare o a Los Angeles oppure a San Francisco. Il Los Angeles International è a 26 chilometri da Los Angeles e presenta spesso e volentieri voli più economici rispetto agli arrivi a San Francisco. Inoltre, Los Angeles è certamente da preferire per chi abbia voglia non solo di visitare le città ma anche di alcuni giorni di mare e divertimento. L’aeroporto di San Francisco è più comodo invece per chi abbia voglia di visitare la California del nord con la sua Napa Valley.

Per muoversi agevolmente lungo lo Stato la cosa migliore è noleggiare un’automobile, solitamente è più conveniente effettuare la prenotazione già prima del volo. Non dimenticate di portare con voi in valigia anche un utilissimo navigatore che vi farà da guida lungo le strade californiane. Per quanto riguarda la sosta notturna, ovviamente la California non ha problemi di ricettività, dall’hotel cinque stelle lusso al motel, passando per i bed & breakfast. Per gli alloggi economici in motel, il miglior rapporto qualità-prezzo è offerto dai Motel 6, i Days Inn ed i Travelodge.

In California abbondano anche ristoranti di tutti i tipi: la miglior catena di ristorazione a basso prezzo è il Denny’s. Se avete nostalgia della cucina italiana, presso San Diego è possibile mangiare direttamente nel quartiere italiano, sebbene i cuochi in realtà siano spesso messicani.

Se vi trovate in California tra maggio e giugno, potrete sfruttare la stagione sia per avventurarvi verso il mare che per visitare i bellissimi parchi naturali del posto. In ogni caso, l’importante è non dedicare tutto il tempo ad una sola città, cercando di girare il più possibile senza perdervi nulla.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Foto Pubblico dominio di Binksternet

Ovviamente è d’obbligo una visita a Los Angeles, città enorme che si sviluppa per lo più in estensione che in altezza. Tuttavia non c’è tantissimo da vedere, basterà visitare Hollywood e il Kodak Theater, e fare una passeggiata per Santa Monica, Malibù e Beverly Hills e le loro spiagge.

Come detto in precedenza a San Diego, verso il confine messicano, può essere interessante visitare il quartiere italiano. A nord, invece, si può raggiungere San Francisco in auto da Los Angeles, percorrendo la costa per ammirarla fino in fondo. San Francisco offre molto soprattutto a livello artistico e la notte non mancano tantissimi divertimenti.

Nella zona di San Francisco si trova la Napa Valley, famosa per i suoi sterminati vigneti e aranceti: si può andare in giro per cantine soggiornando in bed & breakfast. Infine, grandi parchi naturali da visitare sono lo Yosemite e il Sequoia National Park, ricchi di tantissime specie animali e vegetali, bellissimi paesaggi e altissime sequoie che possono arrivare anche a quaranta metri di altezza.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>